Rapporti e Dossier

Dossier sui Costi standard delle Comunità di accoglienza

Il Dossier sui Costi standard delle Comunità di accoglienza è stato promosso da Casa al Plurale, un’associazione cui aderiscono 18 organizzazioni che gestiscono strutture e progetti di solidarietà, innovazione e integrazione sociale nel Lazio. Lo studio, curato da Federica Falaschi e Luigi Vittorio Berliri, si presenta come una guida a disposizione delle istituzioni locali per parametrare i costi dei servizi residenziali, che sono una delle risposte offerte sui territori ai bisogni di accoglienza. Esso offre, infatti, una stima dettagliata delle risorse necessarie per la gestione di varie tipologie di strutture di accoglienza rivolte a minori e persone con disabilità.

Marzo 2015

Scarica il Dossier promosso da Casa al Plurale


LE EQUILIBRISTE – La maternità in Italia

Ricerca pubblicata da Save The Children nel Maggio 2018. Riporta analisi demografica ed economica della situazione italiana, ricerche su gender gap, approfondimenti su misure e politiche a sostegno della maternità, servizi educativi per la prima infanzia.

Maggio 2018

Scarica la Ricerca di Save The Children


ISTAT – Madri sole con figli minori

Nel 2015-2016 si stima che in media i nuclei familiari monogenitore in cui è presente almeno un figlio minore siano pari ad 1 milione 34 mila. Se consideriamo quelli in cui è presente almeno un figlio fino a 29 anni a carico il numero sale a 1 milione 581 mila.
Si tratta di un fenomeno in crescita: i nuclei monogenitore con almeno un figlio minore erano 468 mila nel 1983, quando costituivano il 5,5% del totale dei nuclei familiari con figli minori, con un costante aumento: nel 2015-2016 il peso percentuale è arrivato al 15,8% per l’aumento del numero di madri e padri soli e la contestuale diminuzione di madri e padri in coppia con figli minori. La crescita si è accentuata negli ultimi 10 anni.

19 Aprile 2018

Scarica la Ricerca Istat


Population Europe – Supporting Lone Parents and Their Children in Europe

Concetti chiave del Rapporto

  • La monogenitorialità dovrebbe sempre essere definita in modo da includere tutti i tipi di genitori soli, indipendentemente dal loro status di partner e dal supporto fornito dall’altro genitore.
  • Le infrastrutture di ricerca che creano dati longitudinali, con informazioni dettagliate sulle traiettorie familiari, dovrebbero essere ulteriormente sostenute e promosse. Questo è necessario per identificare se e in quale fase del corso di vita gli individui entrano nella monogenitorialità e come la lasciano, così come il modo in cui questa fase viene vissuta e le sue conseguenze per gli individui e i loro figli.
  • Le politiche dovrebbero fornire prestazioni sociali universali alle persone svantaggiate e alle famiglie in generale. Politiche mirate possono anche essere necessarie come supporto per le famiglie monoparentali nelle loro specifiche esigenze.
  • Se gli Stati sostengono pienamente l’uguaglianza di genere, sosterranno anche i genitori soli a superare le loro sfide chiave. Ciò può essere concretamente realizzato, ad esempio, offrendo prestazioni di assistenza all’infanzia, congedi parentali ben retribuiti e crediti di cura nei sistemi pensionistici a tutti i genitori e creando misure per ridurre efficacemente le disuguaglianze di classe, in particolare affrontando gli svantaggi delle donne sul mercato del lavoro. L’approvazione della direttiva sull’equilibrio della vita lavorativa nell’UE costituirebbe un importante passo avanti in questa direzione.

Aprile 2018

Scarica il Rapporto Population & Policy Compact 15/2018 in lingua originale [inglese].

© Copyright 2016
Rete MB Lazio